Homepage

Passi lunghi per chi, a qualunque costo, prova sempre ad ottenere i suoi obiettivi, non distesi perché nella corse disperate per raggiungere queste mete, troppe volte il rischio è perdere di vista i propri desideri.

Passi lunghi per chi quando finisce una cosa si mette subito a iniziarne un’altra, non distesi perché se continui a correre anche quando senti che dovresti fermarti, alla fine le gambe ti fanno male.

Passi lunghi per chi, quando qualcosa non va, tenta di superarlo lasciandolo lì, non distesi perché se qualcosa esiste non si può evitare e, prima o poi, tornerà a farsi vivo.

Passi lunghi per chi pensa che sia sempre meglio guardare avanti, non distesi perché ogni tanto invece, guardare indietro può essere salvifico.

Passi lunghi per chi sa che cosa è giusto, non distesi perché a volte la sola cosa giusta da fare è essere se stessi.

Passi lunghi e non distesi sono io. Una ragazza qualunque, in una città qualunque, che ad un certo punto della sua vita ha deciso di provare ad essere quello che è.
Passi lunghi e non distesi è la mia storia. Ma forse potrebbe essere anche un po’ la vostra.

Blog

STORIA DI ÁSTA – JÓN KALMAN STEFÁNSSON

Reykjavík, primi anni Cinquanta. In un piccolo appartamento seminterrato Sigvaldi e Helga toccano il cielo con un dito abbandonandosi alla loro giovane e travolgente passione e decidono di chiamare la figlia Ásta. Ásta come una grande eroina della letteratura nordica, Ásta perché ást in islandese vuol dire amore. Sedici anni dopo Ásta scopre il sentimento di cui …

About me

Classe 1992. 50% ansia, 30% Orange and Cinnamon Tea, 20% “te l’avevo detto”.

Un’infanzia spensierata, un’adolescenza complessa e una vita da giovane adulta all’insegna dell’incertezza.

Una famiglia normale. Due genitori che si amano “nonostante tutto”, un fratello che adoro, un cane soffice da pubblicità dello Scottex.

10 e lode dal primo giorno di scuola elementare, una memoria infallibile e una paura viscerale di non essere mai all’altezza di niente.

Un compagno speciale e alcuni amici con la A maiuscola.

Molta melatonina, poco caffè, tantissime notti sveglia a guardare il soffitto.
Bollicine e cioccolato fondente. Tisane. Troppo pesce crudo, sto cercando di smettere.

Carta, forbice e porporina. Anche se non mi viene mai niente come nei tutorial.
Fogli ruvidi, gomma e grafite.

Qualche trauma, un po’ di acciacchi e un sogno nel cassetto.

Amo ridere, amo la pastafrolla, amo i tramonti, amo i libri.
Mi piacciono le persone, mi piace scrivere, mi piace ballare in salotto, mi piace il parquet che scricchiola sotto ai piedi nudi.
Vorrei essere meno indecisa, vorrei non prendermela, vorrei ascoltare di più, vorrei conoscere tante lingue.
Non amo il momento in cui le cose finiscono, non amo la notte, non amo chi tiene il muso, non amo i capricci.
Non mi piace litigare, non mi piace perdermi, non mi piace il tartufo, non mi piace il silenzio.
Non vorrei arrabbiarmi, non vorrei soffrire, non vorrei essere sempre in ritardo, non vorrei fare la lavatrice.

Contatti

passilunghienondistesi@gmail.com